19 Dicembre 2016

Violentata da sette giovani: squallida vicenda in Ciociaria. La ricostruzione dei Carabinieri

Squallida vicenda a Ferentino, dove una ragazza è stata violentata da sette persone. Di seguito la ricostruzione dei fatti diffusa dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Frosinone.

«Nelle prime ore della mattinata odierna, in Frosinone e in Ferentino, nell’ambito di una articolata indagine denominata “Le Iene” coordinata dai Magistrati (Dott.ssa TICINO e dott. DE FALCO) della Procura della Repubblica di Frosinone, i Carabinieri della Compagnia di Anagni hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP (dott. VALCHERA) presso il Tribunale di Frosinone, nei confronti di nr. 7 indagati, gravemente indiziati di violenza sessuale di gruppo.

L’indagine, condotta dalla Stazione Carabinieri di Ferentino, ebbe inizio il 4 settembre scorso allorquando una giovane ragazza dopo essere stata violentata dal gruppo riuscì a divincolarsi per poi chiamare un suo parente riferendo quanto accaduto senza, peraltro, sapere dare indicazioni precise ove si trovasse; nonostante la tarda ora, dopo aver vagato per alcuni minuti, veniva soccorsa da una donna che si trovava a passare per detta strada la quale allertava i Carabinieri.

Nello specifico, la persona offesa veniva soccorsa dal personale della Stazione Carabinieri di Ferentino nella notte del 4 settembre 2016 e, dopo essere stata sottoposta ai controlli di rito presso l’ospedale di Frosinone, sporgeva querela. La narrazione offerta in sede di querela, veniva successivamente arricchita, una volta superato lo stato di ansia e di sfinimento connesso alla violenza subita, con importanti particolari che poi hanno portato alla completa identificazione degli autori della violenza sessuale.

La giovane ragazza riferì ai militari di aver conosciuto uno dei suoi aguzzini su un social network nella primavera del 2016 e tra loro nasce un’amicizia. Sovente la ragazza partecipava a degli incontri con detta persona ed in tali occasione conobbe in modo superficiale, anche gli altri. Venendo ai fatti il 3 settembre 2016 uno dei sette aguzzini organizza un incontro che viene stabilito in una piazza di un paesino della provincia di Frosinone. Qui la ragazza trova ad attenderla due dei suoi amici; una volta salita sull’autovettura, ignara del luogo di destinazione, riceve le prime attenzioni sessuali. Cerca di opporsi ma invano fin quando dopo alcuni minuti l’autovettura arresta la marcia presso un’abitazione (abitazione che era di proprietà dei familiari di uno degli indagati, bene che fu confiscato alla criminalità organizzata in virtù del decreto di confisca del Tribunale di Frosinone del 2006) posta in un luogo isolato nel territorio del comune di Ferentino; qui vi trovano ad attenderli altri 5 ragazzi.

La giovante donna comprende di essere l’unica ragazza presente in detto luogo isolato; capisce che sta per accadere qualcosa allorquando improvvisamente iniziano le violenze. La persona offesa viene repentinamente strattonata e trascinata dai sette aguzzini, i quali immobilizzandola impedendole ogni tentativo di reazione, la violentano a turno procurandole lesioni. Trascorrono momenti bruttissimi ed interminabili in quanto la giovane donna non riusciva a sganciarsi dalla loro presa, fin quando dopo una ventina di minuti, riusciva a liberarsi nascondendosi dietro una casetta posta alle spalle della villa laddove veniva raggiunta da uno dei suoi torturatori che ella riusciva a respingere con un calcio sullo sterno.

Rimaneva qualche minuto in quella casa con la speranza che non tornassero; dopo alcuni minuti non vendendoli tornare si avviava verso la strada principale chiamando suo padre al quale raccontava tutta la vicenda. Raggiunta la strada ha incontrato una donna rientrare a casa alla quale ha chiesto aiuto allertando i Carabinieri che dopo alcuni minuti giungevano sul posto. Le indagini condotte in una maniera meticolosa, nonostante le evidenti difficoltà della persona offesa nel raccontare nell’immediatezza dei fatti ed in stato di shock una vicenda estremamente traumatica hanno ricevuto un adeguato supporto anche dagli ulteriori elementi probatori acquisiti nel corso delle indagini.

Gli odierni arrestati (sei dei sette), tutti appartenenti ad una nota famiglia di etnia rom, sono stati associati alla Casa Circondariale di Frosinone a disposizione dell’A.G., mentre il settimo è tuttora fattivamente ricercato.

Si tratta di:

1. D.S.F, classe 1980 con pregiudizi di polizia per lesioni, rapina, estorsione, usura, ricettazione, riciclaggio, in materia di stupefacenti e violenza sessuale di gruppo, avvisato orale di P.S.;

2. D.S.A, classe 1984 con pregiudizi di polizia per ricettazione, riciclaggio, usura e in materia di sostanze stupefacenti e violenza sessuale di gruppo;

3. D.S.E., classe 1993 con pregiudizi di polizia per violenza sessuale di gruppo;

4. D.S.A., classe 1990 con pregiudizi di polizia per minacce, truffa, lesioni e istigazione a delinquere e violenza sessuale di gruppo;

5. D.S.A, classe 1989 con pregiudizi di polizia per rapina, ricettazione, in materia di sostanze stupefacenti e porto abusivo di armi e violenza sessuale di gruppo;

6. D.S.E, classe 1989 con pregiudizi di polizia per riciclaggio, in materia di sostanze stupefacenti, resistenza a p.u. e violenza sessuale di gruppo».

Di seguito l’intervista al Cap. Giovanni Camillo Meo, Comandante della Compagnia Carabinierni di Anagni.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
CORONAVIRUS

ISOLA DEL LIRI - Coronavirus: mascherine per le famiglie della città, ecco come averle

Sono state realizzate da Massimiliano Conte, Sabrina Abballe, Paolo Diamanti e Maria Pia Campoli.

NECROLOGI

È venuta a mancare Pasqualina Iannucci

Si è spenta presso la propria abitazione in via Tofaro.

CORONAVIRUS

Coronavirus: oggi nel Lazio 167 nuovi "positivi". Ecco tutti i numeri aggiornati

16 nuovi casi riguardano la provincia di Frosinone. 36 casi e 2 decessi nella Asl Roma 5.

CORONAVIRUS

SORA - Emergenza Coronavirus: il Sindaco invita le attività alla solidarietà alimentare

La proposta del Comune è naturalmente rivolta alle attività commerciali dedite alla vendita di veni di prima necessità. Ecco come aderire ...

CORONAVIRUS

ROMA - Coronavirus: il bollettino di oggi divulgato dall'Ospedale Spallanzani

Il consueto resoconto giornaliero dell'INMI situato sulla Portuense.

CORONAVIRUS

Coronavirus: 21 nuovi casi in provincia di Frosinone, i "positivi" tornano a salire

Si registrano anche due deceduti e 8 guariti.

CORONAVIRUS

SORA - "Il Faro" apre lo Sportello Covid, un punto di "ascolto dei bisogni e promozione delle risorse umane"

Il punto affianca gli sportelli istituzionali già operativi e ha lo scopo di favorire la mappatura dei nuovi bisogni che ...

CORONAVIRUS

ROMA - Coronavirus, il bollettino dello Spallanzani: scendono ancora i ricoverati

Continua in maniera significativa il trend di aumento del numero delle dimissioni in parallelo ad un minor numero di ricoverati ...

CORONAVIRUS

Coronavirus, i dati nazionali aggiornati: deceduti quasi a 15 mila, guariti vicini ai 20 mila

Il numero totale di contagiati ufficialmente riscontrati dall'inizio dell'epidemia è pari a 119.827 unità, 4.585 in più rispetto a ieri, quando il dato ...

CORONAVIRUS

Coronavirus: nel Lazio superati i 3.000 attuali "positivi"

Il totale dei casi esaminati, invece, è salito a 3.600. Ecco tutti i dati.

CORONAVIRUS

Disposizioni emergenza COVID-19: conto sempre più salato. Nuova valanga di multe dei Carabinieri

Il bilancio è sempre più salato e ammonta già a diverse migliaia di euro. Ben 48 le persone sanzionate tra Frosinone, Cassino, ...

CORONAVIRUS

Coronavirus, nessun nuovo contagio a Sora. Il Sindaco lancia la "raccolta di supporti informatici"

È aperta una raccolta di tablet, pc, computer usati per i meno fortunati per consentire la teledidattica. Per i donatori e ...

CORONAVIRUS

Coronavirus, Rifondazione Sora: «Senso di responsabilità e unità sono fattori doverosi in questo periodo»

«Ringraziamo il Sindaco Roberto De Donatis che con trasparenza, modi garbati e seri, del tutto consoni al ruolo che ricopre, ...

CORONAVIRUS

ISOLA DEL LIRI - Emergenza Coronavirus: già distribuiti molti pacchi alimentari

Il Sindaco, Massimiliano Quadrini, elogia il lavoro della Protezione Civile.

CORONAVIRUS

Coronavirus, il Centro Sinistra Sora: «Uniti ce la faremo»

Invitiamo l’amministrazione cittadina ad elargire nel più breve tempo possibile i corrispettivi a tutti i bisognosi.