sabato 20 dicembre 2014 redazione@ferentino24.it

Veleno topicida nel pranzo e nella cena. Diabolica 30enne avvelena imprenditore ciociaro

Secondo gli specialisti la donna aggiungeva ai suoi manicaretti piccole dosi del micidiale veleno

Un 70enne imprenditore ciociaro sarebbe stato avvelenato dalla sua giovane compagna con dosi di topicida. La notizia è riportata su Il Nuovogiorno di oggi nell’articolo a firma di Tania Papetti. La donna avrebbe “somministrato” il veleno all’uomo in piccole quantità contenute nel pranzo e nella cena che gli serviva in ospedale.

L’anziano, difatti, era ricoverato allo Spaziani a causa di un infarto e non mangiava il cibo del nosocomio. In seguito, durante altri ricoveri, la storia si è ripetuta ed ha insospettito i figli dell’uomo, il quale, nel giugno scorso ha denunciato la donna tramite l’avvocato di fiducia Giampiero Vellucci.

La presunta diabolica 30enne, come riportato su Il Nuovogiorno, è comparsa ieri davanti al gup, accusata di aver tentato di uccidere il compagno. Verrà sottoposta ad una perizia psichiatrica per verificare se al momento dei fatti fosse capace di intendere e di volere. Secondo i figli dell’imprenditore, aggiunge Papetti nel suo articolo, la giovane puntava all’eredità dell’imprenditore.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA