domenica 24 maggio 2015 redazione@ferentino24.it

Valentina: due lauree ed un sorriso pieno di vita strappato alla vita, lacrime e tristezza in Ciociaria

Tragedia venerdì sera in via stazione a Ferentino. Valentina De Castro, bellissima e brillante 30enne, da poco laureatasi in Farmacia dopo la prima laurea in Farmacia, con il massimo dei voti, è stata travolta da un’automobile condotta da un 23enne di Ferentino. Troppo gravi le ferite riportate a seguito dell’impatto, la giovane è spirata il giorno dopo al Policlinico Umberto I di Roma. Nell’articolo a firma di Nicoletta Fini pubblicato sul Quotidiano Ciociaria Editoriale Oggi riportato di seguito, la cronaca del tragico incidente.

«Esce con il fidanzato per andare a mangiare una pizza ma non fa più ritorno a casa. Un’auto la travolge provocandole gravi ferite che la conducono prima alla morte cerebrale e poi al decesso. A perdere la vita Valentina De Castro, 30 anni, residente a Morolo. Ferite meno serie per il fidanzato, Alessio Lembo di Frosinone, anche lui coinvolto nell’incidente; sotto choc il conducente della Fiat Punto, un  ventitreenne di Ferentino, che si è subito fermato a prestare soccorso. La tragedia si è verificata nella serata di venerdì in via Stazione, nella città gigliata.

Troppe serie le ferite riportate della giovane trasferita al policlinico Umberto I di Roma, dove ieri pomeriggio è deceduta. I genitori hanno dimostrato enorme sensibilità e amore verso il prossimo acconsentendo alla donazione degli organi. Erano circa le 21.30 quando è accaduto l’incidente.

Stando a una prima ricostruzione dei fatti il ferentinate alla guida della Punto era da poco uscito da una palestra, mentre i due ragazzi stavano raggiungendo a piedi la vicina pizzeria “Il giardino”, quando per cause al vaglio dei carabinieri  è avvenuto l’investimento. La ragazza è stata presa in pieno. Subito sono stati contattati i soccorsi. A prestare le prime cure alla trentenne è stata una dottoressa che si trovava in pizzeria.

Nel frattempo  è  arrivata un’ambulanza con cui Valentina è stata accompagnata nell’ospedale Spaziani di Frosinone, per poi essere trasferita al policlinico della Capitale. Le condizioni della giovane sono apparse subito critiche. Anche il fidanzato è stato accompagnato nella struttura ospedaliera con ferite guaribili in pochi giorni. Sotto choc il ventitreenne alla guida dell’auto che ha investito la coppia.

Per lui l’accusa è di omicidio colposo.  La macchina è stata sottoposta a sequestro dai militari al comando del maresciallo Raffaele Alborino. La notizia si è diffusa in tarda serata a Ferentino e Morolo, i due paesi colpiti,  in modo diverso, dalla tragedia. Dolore, sconcerto e incredulità per quanto accaduto. Una serata piacevole e spensierata si è trasformata in un dramma senza fine.

Valentina era molto conosciuta a Morolo e non solo. A ottobre aveva conseguito la seconda laurea in Farmacia, dopo quella in Biologia, con il massimo dei voti. Alessio, il suo ragazzo, gioca nella squadra di calcio dell’Arce che milita nel campionato di promozione e proprio oggi avrebbe dovuto giocare la semifinale. Valentina lascia i genitori Assunta e Tommasino e il fratello Andrea».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA