Scoperta l’origine dei miasmi nauseabondi a Ferentino, ma ora in 70 sono a casa

Ieri i Carabinieri di Anagni hanno sequestrato uno stabilimento in via Mola Bracaglia a Ferentino, notificando un avviso di garanzia all’amministratore unico dell’azienda. Da tale fabbrica, probabilmente, proverrebbero quegli odori nauseabondi che tante polemiche hanno sollevato tra gli abitanti della zona.

L’azienda, presente sul territorio gigliato da circa un anno si occupa dello smaltimento di carcasse animali e cibi avariati, trasformandoli in fertilizzanti. In fabbrica lavorano una settantina di persone, ora a casa perché la produzione è stata fermata. Secondo i carabinieri della Compagnia di Anagni all’azienda mancherebbero le autorizzazioni per le emissioni nell’aria, che sarebbero scadute qualche mese fa. Da qui il provvedimento di sospensione dell’attività con sequestro dello stabilimento.

Menu