giovedì 16 gennaio 2014 redazione@ferentino24.it

Mini IMU: a Ferentino non si paga, ecco perché

Mini-IMU: a Ferentino non si deve pagare! Queste le dichiarazioni rilasciate dall’assessore al Bilancio, Franco Martini, e dal sindaco, Antonio Pompeo.

Franco Martini: «La cosiddetta Mini Imu non si paga a Ferentino, a differenza di altri Comuni dove è richiesta per la prima casa. L’Amministrazione comunale, nel 2013, ha scelto di lasciare invariata l’aliquota minima del 4 per mille e quindi ai cittadini non è chiesto di effettuare il versamento entro il 24 gennaio, termine utile per pagare il “residuo” della tassa sulla prima casa 2013. Vogliamo precisare che la mini tassa è dovuta solo ed esclusivamente in quei Comuni dove le amministrazioni avevano stabilito per l’anno passato, per la prima casa, un’aliquota superiore al 4 per mille fissato dallo Stato. E’ bene precisarlo perché molti cittadini, sentendo dai giornali e dalla televisione che a gennaio c’è questa scadenza Imu relativa alla prima casa,  imposta che come sappiamo è stata cancellata per il 2013, sono in dubbio se anche a Ferentino si deve tener conto di questa scadenza. A Ferentino non si paga».

Il sindaco Antonio Pompeo: «Le nostre scelte e politiche di bilancio sono state chiare e lungimiranti. Ferentino è un Comune con saldi positivi da diversi anni e che riserva l’avanzo di amministrazione per opere pubbliche qualificanti. Non si pagherà la mini IMU per la precisa indicazione di non aver ritoccato l’aliquota per la prima casa nel 2013. Così come abbiamo lasciato invariate le tariffe dei servizi a domanda, l’addizionale IRPEF con la soglia di esenzione per i redditi inferiori a euro 10mila, niente aumenti per l’IMU, per le tariffe tosap, pubblicità, pubbliche affissioni, servizi cimiteriali. Sempre per il 2013, abbiamo optato per la TARSU, anche se rimodulata, al posto della Tares, visto il sistema diverso dei calcoli dei costi, che avrebbe comportato aumenti ancora più pesanti per i cittadini. Tutto ciò attesta sicuramente organizzazione e efficienza politico-amministrativa, ci rassicurano che il nostro Comune, grazie a una gestione oculata delle risorse, può vantare un bilancio sano e può guardare al futuro con motivata aspettativa».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA