Martiri delle Fosse Ardeatine: cerimonia di commemorazione per Giovanni Ballina e Ambrogio Pettorini

mercoledì 20 marzo 2013     103 visite

AVVISO AI LETTORI - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie descritto nell'informativa sulla privacy.

Il Comitato Giovanni Ballina ha predisposto il programma per la cerimonia di commemorazione dei martiri delle Fosse Ardeatine: Giovanni...

Ferentino Commemorazione Ballina e Pettorini 2013 d

Il Comitato Giovanni Ballina ha predisposto il programma per la cerimonia di commemorazione dei martiri delle Fosse Ardeatine: Giovanni Ballina e Ambrogio Pettorini, uccisi dai nazisti il 24 marzo 1944. 335 persone sono uccise dai Tedeschi alle Fosse Ardeatine, dopo l’attacco di Via Rasella. Il presidente, prof.ssa Biancamaria Valeri, e il direttivo del comitato hanno anche indetto un concorso per gli studenti sul tema della tragedia e del massacro, definito dagli storici tra i più efferati episodi della II Guerra Mondiale.

Mercoledì 20 marzo, dopo la deposizione di una corona di alloro presso la lapide, posta nell’atrio del Palazzo Comunale, molti studenti in rappresentanza di diversi istituti hanno ascoltato con molta attenzione gli interventi del sindaco, Piergianni Fiorletta, dei dirigenti scolastici Di Pucchio e Valeri, che si sono soffermati sulla crudeltà dell’eccidio e sul valore della Memoria.L’invito dei relatori è stato rivolto in modo particolare a tutti i giovani, perché si possa dare testimonianza futura e non siano dimenticate le grandi personalità sacrificatesi per la Patria, come Ballina e Pettorini, unitamente a Don Giuseppe Morosini, Alberto Lolli Ghetti, Domenico Salvatori.

Questo il testo della lapide commemorativa: Comitato “Giovanni Ballina” – Ferentino. Giovanni Ballina e Ambrogio Pettorini di Ferentino, strappati con violenza agli affetti familiari, conobbero torture e umiliazioni, barbaramente trucidati  il 24 marzo 1944 alle Fosse Ardeatine (Roma) furono vittime innocenti dell’odio e della crudeltà nazifascista. 

Il sindaco, Piergianni Fiorletta, che ha avuto parole di elogio e che ha premiato i vincitori delle diverse sezioni, ringraziando gli insegnanti per il particolare impegno civico, nel condividere insieme a tutta l’amministrazione lo spirito dell’iniziativa, ha riaffermano il valore indispensabile della memoria, lo studio e il ricordo dei Ferentinati illustri, l’amore per la propria Città: Non si può e non si deve dimenticare. E’ necessario conservare nelle coscienze di tutti i cittadini il senso storico degli avvenimenti. Dobbiamo ricordare la Storia passata per capire meglio e bene il presente.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • PREOCCUPATO
  • DIVERTITO
  • SODDISFATTO
Verdana
Lettori online