mercoledì 27 novembre 2013 redazione@ferentino24.it

Manuel D’Onofri rieletto segretario di Sel Ferentino

Si è svolto nei giorni scorsi il congresso di Sel Ferentino. Le proposte e i contenuti politici sono stati i protagonisti del congresso cittadino di Sinistra Ecologia e Libertà che si è tenuto nella nostra sede di Piazza della Catena.  Tanti i cittadini intervenuti, nella veste di rappresentanti di associazioni e realtà importanti del territorio, ma anche persone comuni che sentivano la necessità di dire la loro e ascoltare qualche parola di buona politica. Presenti erano anche il sindaco Antonio Pompeo in rappresentanza dell’amministrazione comunale, il segretario locale del PD Mauro Campoli e la segretaria del gruppo “Cambiare” Adele Reali, per portare i loro saluti.

Ad aprire i lavori è stato il segretario uscente e successivamente riconfermato dal voto unanime dei tesserati, Manuel D’Onofri (nella foto a sinistra), che ha ribadito con forza il ruolo che il partito vuole avere, ovvero essere il mezzo per poter perseguire i sogni e le speranze di giustizia e uguaglianza che ogni persona coltiva nel proprio cuore, ma dare anche risposte concrete lavorando nella difficile realtà amministrativa nella quale ci troviamo; ha rivendicato inoltre l’importante ruolo che il SEL ha nella vita politica della città, dimostrato dalle diverse iniziative fatte. Tra le tante la battaglia per approvare la mozione “Rifiuti Zero”, per portare finalmente Ferentino ad un livello importante di raccolta differenziata.

Un importante contributo politico e tecnico hanno apportato i compagni intervenuti nella discussione. Marco Maddalena ha ricordato quanto sia importante il trasporto pubblico locale, tematica ripresa in vari interventi successivi, ricordando la sua interrogazione al sindaco che ha prodotto la promessa del miglioramento del servizio, oltre a ribadire l’importanza delle tante battaglie per la tutela della Valle de Sacco, nelle quali lui è stato sempre protagonista. Anche Francesco Giorgi ha dato spessore alla discussione, volendo porgere un saluto a tutti i giovani detenuti nei carceri minorili che vivono realtà difficili e ricordando quanto sia importante per una comunità l’attenzione particolare al settore dei servizi sociali, che vive un periodo particolarmente difficile anche a Ferentino e per il quale il nostro circolo avrà un’attenzione particolare e fattiva.

Tra le tantissime necessità sollevate dai tanti interventi, vogliamo evidenziare l’urgenza di un piano di abbattimento delle barriere architettoniche, tema per cui Ferentino è ancora troppo indietro, da realizzarsi tramite il nuovo Piano Regolatore in produzione; la necessità di vedere la tanto agoniata Casa della Salute finalmente nella nostra città; e l’importante tema della cultura come spinta propulsiva della città, che necessita di maggiori investimenti, magari tolti ad eventi più mondani come sagre e feste, che comunque hanno la loro importanza.

Inoltre sono state ribadite le tante battaglie portate avanti fino ad oggi, come quella sulla messa in sicurezza della Cemamit, per la quale noi chiediamo la rimozione totale di tutto l’amianto presente, anche quello sotterrato. Presente anche Marina Kovari, membro della commissione provinciale per i congressi del Sel, che ha ricordato due date importanti, quelle del 30 Novembre e del 1 Dicembre, nella quali si svolgerà il congresso provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà, presso l’Hotel Memmina a Frosinone.

In conclusione ha ripreso la parola il neo-rieletto Manuel D’Onofri che ha tracciato poche linee politiche essenziali, ribadendo il nostro ruolo nella maggioranza di governo che non pregiudica comunque la nostra autonomia politica e di decisione, vincolate solamente nei confronti dei cittadini elettori. Inoltre ha annunciato la produzione di un documento politico che verrà presentato ai vari livelli del partito, contenente gli spunti e le tante proposte emerse dall’incontro congressuale.
Iniziativa dunque partecipata e di sicuro successo, che sarà sicuramente un grande stimolo per la nostra attività politica presente e futura.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA