lunedì 4 maggio 2015 redazione@ferentino24.it

«Le scuole di Ferentino non avranno un euro fino al 2017». Berretta all’attacco

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma di Maurizio Berretta, capogruppo di Democraticamente Ferentino.

«La Regione Lazio con determinazione n. G05255 del 29/04/2015, finanzia la maggior parte delle scuole del Lazio, per l’attuazione di interventi straordinari in materia di edilizia scolastica per il triennio 2015/2017, richieste di finanziamento ammissibili per un totale di € 182 milioni di euro; scorrendo le graduatorie apprendiamo con stupore la clamorosa esclusione delle richieste del Comune di Ferentino, in quanto la richiesta di finanziamento riporta GLI ALLEGATI, richiesti dal bando, “ILLEGIBILI”.

Maurizio Berretta Capogruppo Democraticamente: “Apprendiamo con amarezza e rammarico della clamorosa esclusione dai finanziamenti per il triennio 2015/2017, di interventi edilizi sulle scuole della nostra città. Un clamoroso errore di preparazione della richiesta di finanziamento, che come riportato dalla deliberazione regionale, presenta la domanda incompleta, essendo tutta la documentazione allegata, praticamente “ILLEGIBILE”. Questa è purtroppo l’esatta fotografia dell’incompetenza ed il pressopochismo che caratterizza la Giunta Pompeo, un’, pamministrazione di fatto “ingessata” e ne è la dimostrazione l’avanzo di bilancio maturato, 4.6 mil. di euro, che palesano l’incapacità ad erogare servizi ed investire sul territorio.

Dopo aver perso l’Ufficio del Giudice di Pace per non esser riusciti ad inviare una semplice “Mail”, oggi per una leggerezza e/o inadeguata formulazione della richiesta di finanziamento, degli Assessori alla Manutenzione e Pubblica Istruzione, Dott.Luca Bacchi e Avv.Francesca Collalti, le scuole della Città di Ferentino non avranno UN SOLO EURO nel triennio 2015/2017.

Le nostre scuole non meritano questo, tantomeno la nostra città, caro Sindaco, cari Assessori Vi ricordo che sono il luogo di formazione, di crescita e di educazione dei nostri ragazzi, ci studiano e ci lavorano 1900 studenti più tutto il personale insegnante e ausiliario, ed è sicuramente molto puerile e sterile “presenziare” alla sola consegna di locandine o attestati invece di vivere e rendere vivibili gli ambienti scolastici, affrontare giorno per giorno tutte le problematiche, sostenere le fasce più deboli al loro interno e non chiudersi dentro il proprio ufficio con tanto di telecamera alla porta d’ingresso.

Sarebbe sicuramente un gesto nobile e di rispetto al mondo scolastico ed alla Città tutta le dimissioni sul tavolo del Sindaco, da parte del Bacchi e della Collalti, a due anni dalla loro “ascesa” non si registra una sola proposta o un’iniziativa da parte degli stessi, solo un’assordante mutismo in sede di consiglio comunale, ed a partire da oggi mettono “all’asciutto” l’intero indotto scolastico per i prossimi 3 anni o per recuperare a ciò penalizzeranno le casse comunali sempre e comunque a danno della collettività e di conseguenza ad una sempre più maggiore pressione fiscale.”».

Maurizio Berretta
Capogruppo Democraticamente Ferentino

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI IN CIOCIARIA