martedì 16 giugno 2015 redazione@ferentino24.it

Lago di Canterno, ecco cosa dovrebbe fare il Comune di Ferentino secondo Maddalena

Il Comune di Ferentino deve fare la sua parte per la riqualificazione e promozione di uno dei beni ambientali più importanti del nostro territorio come il Lago di Canterno. In una recente interrogazione la Consigliera Regionale, Daniela Bianchi, ha evidenziato lo stato di abbondono da parte dell’istituzioni della Riserva Naturale di Canterno con la presenza  di microdiscariche abusive e di abusivismo edilizio.

E’ evidente, che la scelta di una riserva naturale sotto la gestione provinciale invece che  regionale non ha giovato allo sviluppo e alla tutela del Lago Canterno. Basta collegarsi al sito internet della Riserva Naturale di Canterno per rendersi conto ad esempio che non è presente nessuna iniziativa  di educazione ambientale o escursionistica, nonostante che,  uno dei compiti istituzionali  delle aree naturali  è proprio quello di  sviluppare un ambiente educativo-formativo, in particolare con il sistema scolastico ai sensi della legge regionale n. 29 /1997 che istituisce le aree protette.

La gestione di una riserva naturale, infatti,  non è solamente un’attività “cantoniera” ma è necessario ben altro. Il consiglio di amministrazione attuale della Riserva naturale di Canterno ed il suo Presidente  non  si  sono dimostrati all’altezza di questo compito limitando così le potenzialità turistiche dell’area naturale.

In una fase, dove la  Legge Regionale del  14 Luglio 2014, n. 7 definisce un nuovo assetto dell’area naturale del Lago di Canterno, con la prevista abrogazione dell’ ente  Riserva naturale provinciale di Canterno , spostando le competenze in merito alla conservazione e valorizzazione della riserva naturale all’ente regionale di diritto pubblico “Parco naturale regionale dei Monti Simbruini”.

È necessario che nella fase di transazione ci sia un ruolo attivo del Comune di Ferentino nella pianificazione dei programmi viste le  innumerevoli potenzialità dell’area naturale, in termini di accoglienza, di sviluppo dell’ecoturismo  legato ai Cammini , al cicloturismo , al birdwatching e al benessere di  valorizzazione e che in una prospettiva di marketing territoriale venga aggiunta la dicitura espressa del Lago di Canterno oltre quella dei Monti Simbruini nel parco naturale regionale.

Per tutto ciò,  ho chiesto al Sindaco con un’interrogazione sia quali azioni siano state intraprese  dal Comune di Ferentino per la salvaguardia e la promozione  ambientale del Lago di Canterno e sia se ritiene opportuno un commissariamento dell’attuale riserva naturale di Canterno con personale qualificato e competente in materia ambientale.

Marco Maddalena
Capogruppo consiiare di Sinistra Ecologia e Libertà Ferentino

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA