mercoledì 30 ottobre 2013 redazione@ferentino24.it

Il Comune di Ferentino approva il bando per l’acquisto dei libri di testo

La Giunta Comunale di Ferentino, con atto della n.132 del 23.10.2009, ha stabilito i criteri di assegnazione, privilegiando le fasce più deboli in relazione al reddito economico equivalente e tenendo conto del prezzo massimo della dotazione libraria stabilita dal Ministero dell’Istruzione e dell’Università e della Ricerca per il rimborso delle spese sostenute dalle famiglie per l’acquisto dei libri di testo. Il rimborso totale o parziale dei libri di testo può essere concesso agli alunni e studenti della scuola secondaria di 1° o 2° grado, e al 1° e 2° anno dei percorsi sperimentali dell’istruzione e formazione professionale, appartenenti a nuclei familiari il cui Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.) riferito all’anno 2012 non sia superiore a E. 10.632,93.

L’entità del rimborso sarà determinata tenendo conto della spesa, effettivamente, sostenuta dalle famiglie e del prezzo massimo della dotazione libraria, stabilita per l’anno 2013/2014 con Decreto del Ministero dell’Istruzione e dell’Università e della Ricerca, secondo le seguenti percentuali massime e fasce di reddito stabiliti dalla Giunta Comunale. I.S.E.E – Fascia Da O a 6.000,00, percentuale di rimborso 80% – Fascia B Da 6.000,01 a 10.632,93 percentuale rimborso 70%

L’assessore alla Pubblica Istruzione, dottoressa Francesca Collalti: “Il termine perentorio per la presentazione delle domande è fissato al 18 novembre 2013. La domanda dovrà’ essere redatta su apposito modulo che può essere ritirato presso l’ufficio pubblica Istruzione o stampato direttamente dal sito ww.comune.ferentino.fr.it. Il richiedente dovrà allegare alla domanda la fattura o ricevuta fiscale relativa agli acquisti. Non saranno invece ritenuti validi gli scontrini fiscali, in quanto, in sede di rendicontazione, l’Agenzia delle Entrate ha eccepito che dagli scontrini fiscali è impossibile stabilire la natura e la tipologia del bene acquistato, nonché se il beneficiario dei sussidi in questione sia lo stesso che ha sostenuto materialmente le spese. Il pagamento del contributo-rimborso avverrà con emissione del mandato in favore del genitore, o di chi esercita la patria potestà in caso di minori, a seguito di accreditamento dei relativi fondi al Comune da parte della Regione Lazio”.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA