lunedì 13 ottobre 2014 redazione@ferentino24.it

Frosinone-Ferentino: ciclista “superubriaco” prende l’autostrada!

Verso le ore 1.30 della scorsa notte la linea d’emergenza del 113 è stata raggiunta da numerose telefonate da parte di utenti che in maniera concitata segnalavano la presenza di un ciclista che, zigzagando pericolosamente tra le auto in transito, percorreva la carreggiata nord dell’A1 nel tratto compreso tra Frosinone e Ferentino. A seguito delle segnalazione, la pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone è intervenuta tempestivamente effettuando una safety car ponendosi davanti al traffico diretto a Roma ed attuando una manovra di sicurezza che ha evitato ai veicoli accodati di imbattersi nella rischiosa situazione che era stata comunicata al 113.

Di lì a poco gli uomini della Polizia Stradale hanno notato in lontananza la sagoma di un ciclista che stava pedalando tra la prima e la seconda corsia ondeggiando pericolosamente. Grazie all’immediato intervento dei componenti dell’equipaggio, l’uomo è stato prontamente bloccato e posto in sicurezza nella prima piazzola di sosta disponibile, evitando in tal modo il pericolo che fosse investito. Durante la fase iniziale del controllo, peraltro, è emerso chiaramente che la persona fermata, un 40enne rumeno, era in evidente stato di ebbrezza alcolica.

Attraverso l’impiego dell’etilometro il soggetto è stato, pertanto, sottoposto al test di verifica del tasso alcolemico nel sangue, all’esito del quale è risultato positivo per un valore di ben 2.25 grammi per litro. Al termine degli accertamenti, il ciclista è stato denunciato in stato di libertà per la violazione dell’articolo 186 del Codice della Strada con il sequestro della bicicletta procedendo, successivamente, a contestare la violazione amministrativa prevista dall’articolo 175 del C.d.S. in quanto circolava in autostrada con un veicolo non ammesso.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA