sabato 31 dicembre 2011 redazione@ferentino24.it

Ferentino:maxi sequestro di botti da parte dei carabinieri

Maxi controlli contro i “botti” illegali nei giorni delle festività natalizie da parte dei carabinieri della Compagnia di Anagni guidati dal capitano Costantino Airoldi. I militari nella notte di Natale, a conclusione di specifica attività investigativa tesa a contrastare il commercio e la detenzione illecita di artifizi pirotecnici, deferivano in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone due parenti di 49 e 27 anni, entrambi residenti a Ferentino. Sono accusati di detenzione illegale di prodotti pirotecnici. Nella circostanza, i militari operanti a Ferentino, rinvenivano all’interno di un esercizio commerciale circa300 KGdi manufatti pirotecnici illegalmente detenuti (parte dei quali era addirittura sprovvista del previsto marchio di sicurezza) e sottoposti a sequestro di cui200 kgdefiniti di “alta e media pericolosità”. Il blitz è scattato nella notte all’interno di un esercizio commerciale del centro storico dove i due titolari vendono prodotti della casa. I carabinieri del capitano Airoldi da qualche giorno avevano notato uno strano via vai di persone, soprattutto giovani aggirasi nei pressi dell’esercizio commerciale soprattutto a tarda sera. Hanno notato che qualcuno usciva con oggetti anche voluminosi non ben identificati. Così l’altra notte è scattato prima l’appostamento e successivamente la perquisizione. All’interno del locale adibito alla vendita di prodotti per la casa i carabinieri hanno rinvenuto parte della merce definita un “vero arsenale”. Ma la sorpresa è arrivata poco dopo quando gli uomini della Compagnia dei carabinieri di Anagni sono scesi negli scantinati. Qui sono stati trovati oltre200 kgdi botti illegali, cipolle e prodotti esplosivi simili ai famosi Spread, Monti e Cavani che in questo periodo vanno molto di moda soprattutto nel napoletano. Prodotti definiti dagli inquirenti”molto pericolosi” soprattutto in caso di incendio o materiali infiammabili nei paraggi. In totale il materiale, tutto sequestrato ammonta ad oltre300 kg. Tutta la merce illegale è stata sequestrata dai carabinieri e trasportata in un’area idonea dove è stata distrutta. Per i due titolari è scattata invece la denuncia a piede libero. Solo qualche settimana fa, i carabinieri della Compagnia di Anagni hanno provveduto ad un altro sequestro di botti illegali. Anche in quel caso erano nascosti in un locale commerciale non autorizzato per la vendita. Nell’occasione, il quantitativo era però modesto e riguardava soprattutto  fuochi d’artificio.

 EMILIANO PAPILLO

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI IN CIOCIARIA