lunedì 14 luglio 2014 redazione@ferentino24.it

Ferentino, la città che sa guardare oltre le mura

Ciò che sta accadendo in questi giorni nella Striscia di Gaza, è un vera e propria strage indiscriminata di uomini e donne che da anni vivono nel terrore. Non possiamo più fare finta di nulla, girarci dall’altra parte per evitare di guardare l’enorme sofferenza che crediamo infinitamente lontana da noi. La guerra non ha mai un vincitore, ma porta dietro di se solamente morte e distruzione per entrambe le parti del conflitto.

Dobbiamo nello stesso tempo incominciare a parlare dei tantissimi scontri etnico-religiosi che si vivono in quasi tutto il continente africano, che continuano a mietere vittime quotidianamente e aggravano una situazione economica e sociale già gravemente compromessa, e non possiamo dimenticare il grave clima ti tensione che si vive negli stati del Medio Oriente, come la Siria e lo Yemen, tra le cause principali del grande afflusso di emigranti verso l’occidente. La vita ha un valore assoluto, ed ogni uomo che muore è un passo indietro sulla strada dello sviluppo e della crescita dell’intera umanità.

Incontriamoci mercoledì 16 luglio alle ore 21:30 in piazza Matteotti a Ferentino, per riflettere insieme su quanto nel mondo sta accedendo. Sarà un momento di silenzio e meditazione, accenderemo insieme candele che illumineranno la piazza con la loro luce e leggeremo alcuni passi e poesie che ci aiutino a pensare.
Nulla di più… impariamo a fermarci!

Manuel D’Onofri

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA