martedì 28 febbraio 2012 redazione@ferentino24.it

Danni al Cimitero di Ferentino

Tra i gravi danni subiti per le recenti nevicate da Ferentino particolare scalpore sta suscitando la devastazione dei magnifici cipressi nel civico cimitero, chiuso proprio per la rovina  riportata dalle piante. Il cimitero è ancora chiuso a causa dei rami dei cipressi che ostruiscono il passaggio tra le tombe, addirittura, alcune danneggiate dalla violenta caduta dei tronchi dei sempreverdi. A distanza di giorni lo scenario è desolante per i numerosi alberi, oltre il novanta per cento, che presentano profonde lacerazioni e mutilazioni, tanto che per molti il recupero si presenta complesso e difficile. Il sindaco Piergianni Fiorletta: Ormai da diversi giorni stiamo fronteggiando e risolvendo gli ulteriori problemi causati dall’emergenza-neve, quali la riparazione dei danni delle strade comunali per garantire il ripristino della viabilità comunale e l’eliminazione dei pericoli connessi alla pubblica incolumità, ma ora sono necessarie altre attenzioni dopo le gravissime precipitazioni nevose, senza dimenticare che nel risolvere questi problemi, dobbiamo tenere, nella giusta considerazione, anche la copertura finanziaria delle spese dell’emergenza che, caso contrario, rischia di diventare un serio problema per il bilancio comunale. Da parte nostra abbiamo richiesto alla Regione il riconoscimento dello stato di calamità naturale, che deve essere sottoposto alla Presidenza del Consiglio. Nel frattempo stiamo cercando di intervenire nel civico cimitero per rimuovere dai viali i grossi rami pericolanti e in una seconda fase dovremmo valutare come rimediare agli enormi danni prodotti dalle bufere di neve sui cipressi. Il pericolo di eventuali crolli o cedimenti ci ha indotto a tenere lontano i visitatori fino a quando non si provvederà a mettere in sicurezza lo stato del camposanto, reso impraticabile per le copiose nevicate. Ci dispiace per i disagi avvertiti da tante famiglie che regolarmente si recano in visita a cari defunti, però, a seguito dei sopralluoghi dei tecnici, stiamo provvedendo a sgomberare i rami e gli alberi caduti, fare una stima dei danni e soprattutto capire come procedere, sia per la potatura sia per un eventuale abbattimento di taluni esemplari. Per l’occasione chiediamo collaborazione nel rinnovare l’invito ai cittadini affinché sia attuata l’ordinanza per il taglio dei rami e degli alberi che invadono le strade, i luoghi pubblici, o situati troppo a ridosso delle linee elettriche, telefoniche, rete ferroviaria, impianti di ogni genere per prevenire o eliminare forme di pericolo, interpellando, nei casi più complessi, la Guardia Forestale e i Vigili del Fuoco.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI IN CIOCIARIA