Da oggi su “Striscia la Notizia” le Giornate FAI a Ferentino ed alla Certosa di Trisulti

La città di Ferentino e la Certosa di Trisulti a Collepardo saranno protagoniste dell’annuale appuntamento con le Giornate FAI di Primavera, organizzate dalla delegazione del Fondo Ambiente Italiano di Frosinone, una pregevole iniziativa nata con l’obiettivo di valorizzare e riscoprire i luoghi più belli del territorio, portando all’attenzione di tanti visitatori un patrimonio unico per storia, cultura, natura e identità, attraverso visite a siti abitualmente non accessibili.

Sabato 21 e domenica 22 marzo 2015, fari puntati e porte aperte, dunque, ai luoghi più belli della città ernica. Diversi gli itinerari che saranno fruibili dai visitatori, con guide specializzate, Giovani del FAI, Studenti e Docenti del Liceo Norberto Turriziani di Frosinone e del Liceo Martino Filetico di Ferentino, in luoghi di solito non accessibili al pubblico, scelti per l’occasione dal Fondo FAI, quali il Museo Diocesano e il Palazzo De Andreis nonché il testamento di Aulo Quintilio.

La visita e il tradizionale percorso, costituito da monumenti e chiese sempre a disposizione dei visitatori, verrà invece curato dalla locale Pro loco insieme ad associazioni e istituzioni del territorio.

Per quanto riguarda Collepardo, nella sola giornata di domenica, sarà possibile visitare e ammirare la splendida Certosa di Trisulti, che nella classifica dei “Luoghi del cuore” FAI ha ottenuto 10.430 voti complessivi, raggiungendo il 32° posto in Italia e il 2° posto nel Lazio. E, a proposito dei “Luoghi del Cuore”, lo scorso 24 febbraio il noto campione di “bike trial” Vittorio Brumotti, detentore di 10 record mondiali riconosciuti dal Guinness dei Primati e inviato di “Striscia la notizia”, ha fatto visita proprio alla Certosa di Trisulti. Il servizio televisivo andrà in onda su Canale 5 tra l’11 e il 14 marzo 2015.

Le Giornate FAI saranno, dunque, un’importante occasione per promuovere e far conoscere ad un pubblico più vasto le bellezze storiche e artistiche della Ciociaria, grazie alla feconda collaborazione con la Fondazione Italiana che si occupa della tutela e della valorizzazione del patrimonio culturale.

Fonte: Ciociariaturismo.it

Menu