17 febbraio 2014 redazione@ciociaria24.net

Consigliere comunale di Ferentino e sua moglie indagati per corruzione, concussione e abuso di potere

Il 17 febbraio  2014 in Ferentino, i militari della Compagnia di Anagni nell’ambito dell’attività investigativa denominata “Slakers”, eseguivano il decreto di sequestro preventivo emesso il 14.02.2014 dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone D.ssa Marzano su richiesta del P.M. Dr. Coletta, che condivideva integralmente la tesi investigativa degli operanti, nei confronti di M.A., 58enne di Ferentino, consigliere comunale di Ferentino e della consorte S.C., 50enne, impiegata presso lo stesso Comune, indagati per “corruzione, concussione e abuso di potere”. Le complesse indagini, tuttora in corso permettevano di acquisire univoci e coincidenti elementi di colpevolezza nei confronti dei predetti che, a vario titolo, abusando dei rispettivi incarichi:

  • ricevano oltre euro 70.000,00 al fine di guidare e controllare le procedure di gara d’appalto che veniva vinta da una nota ditta lombarda per lo smaltimento dei rifiuti;
  • alla scadenza naturale dell’appalto, con il loro atteggiamento ostruzionistico, contribuivano a ritardare l’iter deliberativo per l’indizione della nuova gara d’appalto dei R.S.U., ritardo che obbligava il comune di Ferentino a procrastinare il servizio, per un importo pari a oltre 1.500.000,00 euro, affidandolo direttamente alla suddetta ditta per un ulteriore anno, ottenendo per ciò diverse migliaia di euro;
  • perché in concorso con altre persone al fine di favorire la stessa impresa nell’acquisizione di nuovi appalti, ricevevano dalla citata ditta la somma di euro 40.000,00.
Menu