23 gennaio 2012 redazione@ciociaria24.net

Cerimonie per il Giorno della Memoria

In occasione del Giorno della Memoria, il 27 gennaio anche a Ferentino si terranno significative cerimonie grazie alla sinergia tra la Scuola Media Giorgi Fracco, il Comitato Giovanni Ballina, il Centro Studi Internazionali Giuseppe Ermini. Concerti, incontri, musiche, pensieri, un Concorso a premi sulle tematiche del diario di Anna Frank per ripercorrere quella immane tragedia, per riflettere, per tramandare una pagina drammatica della storia mondiale, una storia che è bene non dimenticare per rispetto di quei milioni di essere umani che hanno pagato con la vita le idee folli di persone folli.

Gli assessori alla Cultura e alla Pubblica Istruzione, Antonio Pompeo e Maurizio Berretta, rivolgono parole di elogio e di ringraziamento per quanti si sono adoperati per questa ricorrenza, perché sia occasione per portare la testimonianza storica di tali fatti, per far conoscere ai ragazzi le attività di educazione alla cittadinanza attraverso storia, memoria, testimonianza e impegno, in particolare in riferimento alla Shoah.

Diversi gli appuntamenti da venerdì 27 gennaio a venerdì 10 febbraio presso l’aula magna della Scuola Media, presso la Sala polivalente del Comune di Fumone, presso il salone del Martino Filetico grazie al coinvolgimento attivo e laborioso dei ragazzi coinvolti in maniera encomiabile nei progetti curati dai docenti.

Per la giornata della Memoria 2012 il Comitato Ballina e il Centro Studi Ermini hanno bandito un concorso a premi per gli studenti della Scuola Media. La tematica del concorso è tratta da una pagina del Diario di Anna Frank e gli studenti potranno svolgere le loro considerazioni in un componimento libero, tema, lettera, commento, poesia, elaborato grafico-pittorico. La commissione esaminatrice, coordinata dalla professoressa Biancamaria Valeri, premierà i migliori elaborati nel corso di una cerimonia il giorno 27 gennaio presso la Sala Consiliare del Comune di Ferentino.

Il sindaco Piergianni  Fiorletta: La consapevolezza degli errori del passato deve essere la base per un fermo impegno per un futuro nel quale non ci siano più sentimenti contro l’umanità, ma piuttosto un rispetto reciproco e condiviso. La riflessione  sul significato della Shoah deve essere intesa a rendere omaggio sia alle vittime sia ai sopravvissuti attraverso la testimonianza di quanto hanno sofferto, Ricordare questo terribile dramma significa prendere piena coscienza del severo avvertimento che esso comporta.

Menu