lunedì 2 novembre 2015 redazione@ferentino24.it

Allarme mura ciclopiche a Ferentino

Il consigliere comunale, Marco Maddalena il segretario provinciale di SEL , Giuseppe Fortuna e il segretario locale di SEL, Manuel D’Onofri, comunicano che a seguito delle ripetute segnalazioni da parte di cittadini e dal presidente della Pro Loco del comune di Ferentino ,Luigi Sonni, è stata presentata, il 28 ottobre, un’interrogazione a risposta scritta da parte del deputato Filiberto Zaratti del gruppo parlamentare di Sinistra Ecologia e libertà al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, sui fenomeni di erosione dei massi ciclopici dell’avancorpo dell’Acropoli di Ferentino con richiesta di intervento per la tutela dell’importante patrimonio culturale .

Di seguito si trasmette il testo integrale
Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-10891
presentato da
ZARATTI Filiberto, Sinistra Ecologia Libertà
testo di
Mercoledì 28 ottobre 2015, seduta n. 512

ZARATTI. — Al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo. — Per sapere – premesso che:

l’avancorpo dell’Acropoli della città di Ferentino (FR) rappresenta una testimonianza di straordinario interesse dell’architettura romano-italica di età tardo repubblicana e il bene monumentale più illustre dell’antica città di fondazione ernica;

facendo seguito a ripetute segnalazioni da parte di associazioni e cittadini, riprese anche da articoli comparsi sulla stampa locale, il presidente pro tempore della Pro Loco del comune di Ferentino ha indirizzato l’8 maggio 2015 alla soprintendenza per i beni archeologici del Lazio una richiesta d’intervento urgente per far fronte ai gravi fenomeni di erosione dei massi «ciclopici» della cinta muraria;

in data 24 giugno 2015 con atto prot. MBAC-SAR-LAZ n. 4118 il soprintendente ai beni archeologici del Lazio e dell’Etruria meridionale, dottoressa Alfonsina Russo, ha risposto alla segnalazione della Pro Loco con una breve nota, indirizzata per conoscenza alla curia vescovile della diocesi di Frosinone – Veroli – Ferentino in qualità di proprietaria della sostruzione dell’Acropoli e al comune di Ferentino quale proprietario del circuito murario;

la nota su citata fa presente come l’intero complesso monumentale rientri tra i beni culturali ai sensi dell’articolo 10 del decreto legislativo 42 del 2004 e successive modificazioni e integrazioni e che a norma dell’articolo 30 del medesimo codice dei beni culturali «… lo Stato le regioni, gli altri enti pubblici territoriali, nonché ogni altro ente ed istituto pubblico hanno l’obbligo di garantire la sicurezza e la conservazione dei beni culturali di loro appartenenza»;

la nota rappresenta inoltre come la soprintendenza sia a conoscenza dei fenomeni di erosione delle superfici della pietra calcarea, materiale costituente non solo l’antica sostruzione dell’Acropoli, ma anche l’intero circuito murario difensivo e come la stessa abbia più volte avanzato richieste di finanziamento per il restauro del circuito murario nella propria programmazione ordinaria, senza esito;

il soprintendente, a conclusione della nota più volte richiamata, assicura che continuerà a porre in atto ogni azione possibile per la tutela e la conservazione degli importanti monumenti nell’ambito delle proprie competenze istituzionali.

se il Ministro intenda attivarsi presso le sedi di competenza per verificare l’effettiva portata dei processi disgregativi in atto nell’avancorpo dell’Acropoli di Ferentino e quali iniziative intenda assumere per garantire lo stanziamento di adeguate risorse necessarie all’intervento conservativo del complesso monumentale, nel pieno rispetto dell’articolo 30 del codice dei beni culturali. (4-10891)

Filiberto Zaratti , deputato di Sinistra Ecologia e Libertà
Marco Maddalena, consigliere comunale di Sinistra Ecologia e Libertà
Giuseppe Fortuna, segretario provinciale Sinistra Ecologia e Libertà
Manuel D’Onofri, segretario Sinistra Ecologia e Libertà di Ferentino

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA